Passa ai contenuti principali

La nazionale Italiana di DH in Sicilia


"Articolo,foto,video by TriRide.com"
Tutto è iniziato qualche mese fa quando Antonio SilvaCT della Nazionale Italiana di downhill, ha scelto la Sicilia ed in particolar modo la città di Erice per uno stage di allenamento. La Provincia di Trapani non si è fatta sfuggire l’occasione di accogliere un altro team di professionisti. Non vi mentiamo dicendovi che per i local sapere che sarebbero arrivati ad Erice i dhiller più forti d’Italia è stato come un fulmine a ciel sereno.
Subito sono inziati i preparativi per un evento che si apprestava ad essere uno dei più importanti di tutto il suolo siciliano. Nasce così l’idea di intraprendere nuovamente quello che fin oggi è stato solo un difficoltoso travaglio: la Coppa Sicilia Downhill. Aiutati dal sapiente Antonio Silva, gli appassionati della provincia di Trapani hanno realizzato un percorso downhill nuovo di zecca. Certamente non sono mancati i problemi e le polemiche, un bel po’ di linee del nuovo tracciato non andavano bene all’arrivo della Nazionale. L’inesperienza, il più delle volte, può giocare a sfavore ma si sa i siciliani sono un popolo di testardi e se si mettono in testa un obiettivo devono raggiungerlo a tutti i costi. Accantonata la frustrazione per il malcontento dei rider della Nazionale, gli ericini si sono rimessi subito al lavoro per migliorare il percorso. Dalla mattina alla sera e a volte anche quando il sole lasciava spazio alle stelle, i trailbuilders del luogo hanno faticato per mettere in sicurezza il tracciato dove poi si sarebbe disputata la prima prova della Coppa Sicilia.
In Sicilia sono arrivati i rider della nazionale: Alia MarcelliniMartin MessavillaMarco Milivinti,Justyn NorekLorenzo SudingJohannes Von Klebelsberg e come se non bastasse il più forte downhiller siciliano, Davide Camedda, viene convocato dallo stesso Silva.
Il nostro Gianluca Ricceri ha raggiunto Monte Erice, il giorno della gara, ed ha realizzato un bel po’ di scatti e questa simpatica intervista doppia tra Lorenzo Suding e Marco Milivinti. A loro, dunque, la parola…
Per la cronaca la gara è stata vinta da Lorenzo Suding che si è classificato in prima posizione davanti aMarco Milivinti. Dietro di loro nell’ordine i rider della NazionaleVon KlebelsbergMessavillaNoreke primo dei siciliani Davide Camedda che purtroppo ha commesso non pochi errori durante la gara.
;
Quello che è successo ad Erice e un po’ in tutta la Sicilia, durante gli ultimi giorni è stato qualcosa di inaspettato. Non solo per la presenza della Nazionale Italiana e nemmeno per la convocazione del siciliano Davide Camedda. Purtroppo non sempre “le ciambelle riescono con il buco” e all’edizione zero della gara ericina di problemi e malcontenti ne sono usciti fuori fin troppi.
L’atteggiamento però deve essere sempre positivo. Una “prima” è sempre una “prima” e non si sa mai come possono andare le cose. L’organizzazione della gara è stata criticata a lungo per i problemi del percorso, per le pecche organizzative e per i commenti a volte fuori luogo. Ma di sicuro il prossimo anno con quel pizzico di esperienza in più, i risultati saranno nettamente migliori.
Non possiamo dire che la gara è andata male, tutti si sono divertiti e alla fine, questa sarà sempre la gratificazione maggiore per gli organizzatori e per tutte quelle persone che hanno duramente lavorato all’evento.
Ora basta con polemiche e parole, godetevi gli scatti di Gianluca e se vi trovate a passare in Sicilia fate un salto ad Erice!