Passa ai contenuti principali

Nazionale svedese DH- allenamento a SanRemo


"fonte comunicato triride.com"
-comunicato-
Un paio di settimane fa la squadra nazionale svedese di downhill ha scelto San Romolo per una sessione di allenamenti in vista dell’imminente stagione agonistica.


Non è certo una novità avere atleti di valore internazionale sui nostri tracciati visto che quest’inverno praticamente tutti i più forti piloti mondiali si sono venuti ad allenare a Sanremo ma la particolarità del caso è che in questa circostanza i ragazzi svedesi si sono potuti allenare anche sul pump track costruito a Bajardo.


Nelle precedenti occasioni, cioè con le altre squadre internazionali, il campetto era bagnato o coperto di neve e quindi non utilizzabile ma con l’arrivo della bella stagione è ora di nuovo perfetto. Il pilota più forte della squadra svedese è Robin Walner, che partecipando ormai da molti anni alla Coppa del Mondo ha accumulato una grandissima esperienza, e si è complimentato per la realizzazione del nuovo pump track : “Conosco Sanremo e le sue piste da molto tempo, sono ormai circa cinque sei anni che vengo ad allenarmi qui in inverno e ho visto un costante miglioramento, i vecchi tracciati sono sempre curati e ben puliti e fantastici per gli allenamenti duri, sono percorsi che si adatterebbero benissimo a una gara di Coppa del Mondo, i nuovi sopra Coldirodi sono un po’ più facili ma divertenti e non banali e quindi perfetti per scaldarsi o fare sessioni di allenamento soft, con l’arrivo del campetto di pump track la zona Sanremo-San Romolo-Bajardo è ora diventata uno spot completo dove si possono programmare ed effettuare allenamenti perfetti nella stagione invernale, un periodo dell’anno in cui a casa mia, ma anche quasi in tutta Europa, non si può fare altro che dell’home-training. Vedo proprio che i ragazzi del posto sono appassionati e motivati, spero che l’anno prossimo possano farmi trovare ancora qualcosa di nuovo, magari un altro percorso o un allargamento del pump-trck con anche qualche linea da dirt.
Complimenti non mollate mai.”